L’assunzione errata di alimenti, sia nella quantità che nella qualità, può essere uno dei fattori principali nella determinazione di stati patologici, come l’ipertensione arteriosa, l’obesità etc.

I fattori che si sono dimostrati associati a un maggior rischio di cancro sono il sovrappeso e l’obesità (specialmente quella addominale): infatti le persone con un BMI sopra 25 o con un giro vita superiore a 80 cm (per le donne) e 94 cm (per gli uomini) hanno un maggior rischio di ammalarsi di tumori della mammella (dopo la menopausa), dell’endometrio, del rene, dell’esofago, dell’intestino, del pancreas e della cistifellea.

Di qui l’importanza di mantenere un corretto stile di vita, a tutte le età.

E’ rilevante, al fine di prevenire l’insorgenza di patologie neoplastiche, ridurre l’assunzione quotidiana di tutti i cibi fortemente calorici, quindi gli alimenti molto ricchi di grassi e di zuccheri che possono favorire l’obesità.

La vita sedentaria è un’altra causa importante di obesità e, da sola, anche causa di cancro indipendentemente dall’obesità: gli studi epidemiologici hanno evidenziato infatti che le persone sedentarie si ammalano di più di cancro dell’intestino, della mammella e dell’endometrio. Un corretto stile di vita, che favorisca la prevenzione oncologica, si basa quindi anche sull’attività fisica, da promuovere sempre e a tutte le età.

Per una corretta informazione per la prevenzione del cancro serve diffondere messaggi sull’importanza di una corretta alimentazione basata principalmente sull’uso quotidiano di cereali integrali, di legumi, di ogni tipo di verdura fresca e frutta fresca di stagione.

Altrettanto importante, ai fini di un corretto stile di vita, limitare tutti i cibi ad alto contenuto calorico, le bevande zuccherate e gli alcolici.

Visita il sito del Ministero della Salute alla sezione Alimentazione

Visita la pagina aziendale della SOS Dipartimentale Dietologia e Nutrizione Clinica

 

ATTENZIONE ALL’ALCOL

L’alcol è una sostanza tossica, potenzialmente cancerogena e con la capacità di indurre dipendenza. Al contrario di quanto si ritiene comunemente, l’alcol non è un nutriente e il suo consumo non è utile all’organismo o alle sue funzioni. Causa invece danni diretti alle cellule di molti organi, soprattutto fegato e sistema nervoso centrale, e in particolare alle cellule del cervello.

Visita il sito del Ministero della Salute alla sezione Alcol

Visita la pagina aziendale della SOC SERD

Ultimo aggiornamento 16 Dicembre 2021 alle 11:15